Music Day: #ricominciamo

Il 15 e 16 maggio 2021 si è svolta a Roma la XXIX edizione del Music Day, un evento dedicato a collezionisti e appassionati di musica. Tornata dopo nove mesi di sospensione dovuta alla pandemia – “il tempo di fare un figlio” ha commentato amareggiato il discografico Claudio Fuiano – la fiera del disco romana ha attratto un pubblico veramente numeroso al quale ha proposto, oltre ai 50 espositori di vinili e CD, la presentazione di alcuni nuovi lavori discografici.

Sabato mattina si è iniziato con la Beat Records, etichetta romana specializzata in colonne sonore, che ha presentato due nuove uscite: Fuga dal Bronx di Francesco de Masi, e Belli e brutti ridono tutti di Giacomo Dell’Orso. È stata inoltre annunciata la pubblicazione congiunta Beat Records – CFSoundtracks di Straziami, ma di baci saziami di Armando Trovajoli. Nel pomeriggio Max Gazzè ha presentato il suo nuovo album La matematica dei rami, disponibile in vinile e CD, realizzato assieme alla Magical Mistery Band di Daniele Silvestri.

Domenica mattina il cantautore romano Avincola, reduce da Sanremo Giovani, ha presentato il suo nuovo disco Turisti. È stata quindi la volta del Divae Project, un progetto discografico concepito da Guido Bellachioma e Davide Pistoni. Il disco, che uscirà in vinile il 12 giugno, ha visto la partecipazione di grandi nomi del prog italiano come Gianni Nocenzi, Pericle Sponzilli, Elio Volpini e Lino Vairetti, nonché di Gazebo, un cantante giunto al successo negli anni ’80 con “I like Chopin”, ma amante del rock anni ’70. Il disco, intitolato Statosferico, è dedicato a Demetrio Stratos, indimenticabile voce degli Area, presente in questo lavoro con il brano che dà il titolo all’album.

Il successo di pubblico, superiore alle previsioni, ha mostrato come l’interesse già sempre alto per questa manifestazione sia stato acuito dalla lunga sospensione imposta dal virus. Organizzatori, artisti e visitatori sono concordi: abbiamo bisogno di cultura, abbiamo bisogno di musica, abbiamo bisogno di cinema.